…. e si commemorano i nostri cari defunti.

Per una volta nel voglio scrivere una seria per me, per voi, per tutti quelli che oggi hanno qualcuno da ricordare che non c’è più.

Perchè sarò giovane, perchè sarò quello che volete e quello che sono ma di persone care che mancano ne ho anche io. I miei due nonni, scomparsi quando ancora ero piccola e non me li ricordo affatto, ma vivono nelle memorie e nei racconti di chi della famiglia ha avuto la fortuna di vivere con loro. Invece ricordo le loro consorti, le care nonne francesca e aurelia, che tanto mi hanno parlato anche dei nonni Peppino e Valentino. Mi mancate nonni, mi mancate voi due che non ricordo, ma anche voi due che invece ho avuto la fortuna di conoscere e con le quali ho avuto la fortuna di vivere fino da grande. Mi manca anche Alda, che non era mia nonna, ma è come se lo fosse. Era l’altra nonna che non avevo in comune con le mie care cugine ma che, anche in quel caso ho avuto la fortuna di conoscere e che non dico mia nonna (anche se avrebbe potuto esserlo, le volevo bene e forse non glielo ho detto e questo davvero mi dispiace) solo perchè madre di una zia che non era sorella dei miei genitori, quindi non madre di mio padre e nemmeno di mia madre. Ma Alda tu eri come se lo fossi. Eri una straordinaria nonna, soprattutto per Sara e Lucia. e ricordo qui anche Domenico, cugino dei nonni paterni.

Ma ho il dispacere di dover qui ricordare anche due amiche, due persone con le quali forse ci eravamo perse di vista, ma che comunque in passato eravamo state molto amiche e molto vicine: Stefania e Francesca, ve ne siete andate troppo presto, a 37 e 35 anni, non dovevate morire così uccise da un male e da un incidente.

Ma il male ha portato via anche Maurizio, straordinario ex collega che ricordo con infinito affetto, e purtroppo devo piangere anche Flavio, scomparso improvvisamente troppo giovane, anche lui (55 anni) per morire. Uomo straordinario che mi ha insegnato a lavorare, che mi ha insegnato non solo questo.

E ora smetto sennò piango. E so che tutti loro non vorrebbero che piangessi, loro sono ncora qui, vicine a me, lo so, vedo quello che faccio, vedo quello che sono e che sarò. E sono convinta che anche a loro devo l’incontro di tre splendide persone arrivate nella mia vita dopo di loro. Una in particolare; e sono convinta che da lassù mi guardano e gioiscono per me e soffrono per me. Siete sempre nel mio cuore, Valentino, Giuseppe, Francesca, Stefania, Domenico, Alda, Aurelia, Francesca, Maurizio e Flavio, ci siete sempre anche se a volte la fretta quotidiana mi impedisce di pensarVi. So che mi state guardando ora mentre scrivo queste parole e magari starete anche ridendo per come sono stupida a piangere per Voi. Ma sono umana e non posso non farlo. Scusatemi, vi prego, se vi dico che mi mancate, ma non mi mancate solo oggi. Mi mancate sempre e vi ringrazio di vegliare ogni giorno per me. Siete sempre nel mio cuore

Annunci