Uh care le mie dolci parole…. oggi proprio avete lavorato tanto tanto… avete scritto frasi celebri ed inutili, frasi che ne so? avete fatto fare un bel confrontino politico a bersani e renzi… è ora di omaggiarvi un po’, perchè ultimamente avete fatto molto per me ma io vi ho trascurato.

Confronti, dibattiti e altro… tutto questo a cosa porta? alla discussione sull’ormai famoso dilemma: “il fungo era velenoso oppure no?” Il gatto sembra vivere, non ho notizie di suoi eventuali malanni, ma del resto, non sono sicura che il fungo lui l’abbia mangiato sul serio? e i tacchi della padrona? quelli si sono rotti… la padrona ha mangiato troppa pizza, ha perso l’equilibrio e uno dei due tacchi s’è spezzato. Ma allora la domanda nasce proprio spontanea: ma sulla pizza per caso c’erano dei pezzi del fungo famoso?

L’interessata non profferisce parola… mantiene il massimo riserbo… e c’è da crederci, visto che il fungo è ancora in mezzo al campo, nel prato de lu portu di fronte ai ciliegi che non ci sono ma ci sono ancora i funghi.

Sembrano cose sensate amici miei, ma non lo sono…. in fin dei conti: quali sono le vere cose sensate? Delle belle parole libere di librare nel web e creare intorno alla mezzanotte delle frasi senza senso, delle frasi che escono fuori dalle dita di chi digita parole a caso, guardandosi bene dal fare torti alla grammatica!

Buona notte parole!

Annunci